Cerca
  • APrenderingstudio

Cabina armadio. Sogno o realtà?

Quando si ristruttura casa, o si vuole anche semplicemente rinnovarne il look, una delle richieste più frequenti è la predisposizione di una cabina armadio nelle camere.

Spesso, però, essa viene considerata quasi un miraggio poiché la si associa ad ambienti di metrature molto ampie.


Come sempre il nodo principale della questione è organizzare al meglio lo spazio e collocarla nella migliore posizione possibile.


Non è necessario avere a disposizione un'intera stanza.

Sono sufficienti anche solo due metri quadrati all'interno della medesima stanza.


Non occorrono determinati requisiti non essendo necessaria la presenza di finestre per rispondere ai requisiti di aero-illuminazione.


PROGETTAZIONE

In una camera matrimoniale di forma rettangolare è possibile collocare la cabina nel lato corto della stessa, frontalmente alla parete letto oppure proprio alle spalle della testata letto.

In una stanza stretta e lunga la cabina armadio può essere anche posizionata a fianco del letto. Questa soluzione consente di attrezzarla su tre lati, con un uso dello spazio davvero funzionale.

In una camera quasi quadrata, invece, si può prediligere una soluzione ad angolo in modo da lasciare agio al passaggio senza sacrificare lo spazio contenitivo.

PARATIE DIVISORIE DELLE CABINE ARMADIO

Il perimetro della cabina armadio è può essere realizzato in molti modi.

In muratura se si vuole qualcosa di duraturo e la possibilità di sfruttare ogni parete per la predisposizione di cremagliere.

In cartongesso o in pannelli MDF se si vuole mantenere la possibilità di tornare in futuro alla disposizione originaria della stanza senza troppi lavori in casa.

Se non ci si preoccupa della privacy si può optare per pannelli di vetro trasparente o semitrasparente.

Molta libertà di progettazione si ha pure sulle porte di accesso, quando presenti.

Possono essere scorrevoli interno muro o esterno muro, a battente o a libro.

Possono avere l'aspetto di comuni porte o essere fatte a specchio, in vetro temperato, presentare una stampa serigrafica, o mimetizzarsi perfettamente con la parete in cui sono inserite.


L'ECCEZIONE CHE CONFERMA LA REGOLA

Esiste una tipologia di cabina armadio che non ha bisogno di un perimetro definito ed è molto scenica e funzionale se si ha poco spazio.

La cabina armadio componibile con pali, adatta sia ad ambienti tradizionali che a mansarde e a camere con soffitti inclinati: i montanti pavimento/soffitto danno la possibilità di gestire al centimetro l'altezza della cabina armadio consentono infatti di realizzare delle composizioni a scalare.


ATTREZZATURA INTERNA

Consideriamo ora l'attrezzatura interna della cabina e vediamo cosa non deve mai mancare.

Se il budget lo permette è preferibile coprire la parete muraria con dei pannelli in finitura per dare all'ambiente un look più raffinato e di classe.

In caso contrario nulla vieta di lasciare il muro a vista.

Sulla parete muraria, si andranno ad agganciare delle cremagliere distanziate tra loro in modo da poter posizionare i vari ripiani.

Oltre che variarne la larghezza è possibile alzare ed abbassare i ripiani a piacere in ragione del vestiario e delle appenderie loro destinate.

Convenzionalmente la misura dei vari ripiani varia tra le lunghezze di 45, 60, 90, 120 cm a seconda dei capi che vi andremo a riporre.

In basso è pratico posizionare le cassettiere capienti per riporvi la biancheria intima.

Al di sopra sono indispensabili alcuni ripiani a giorno per felpe, maglioni, t-shirt.

Le appenderie per capi corti (camicie, pantaloni) possono avere una altezza tra un ripiano e l'altro di un minimo di 70 ad un massimo di 110 cm.

Per i capi più lunghi (cappotti o abiti da sera) sarebbe opportuno valutare uno spazio tra i ripiani di circa 130/160 cm.

Per le scarpe sono ottimali ripiani di 45 cm collocati a 30 cm in altezza gli uni dagli altri.

Molto utili sono anche: i cassetti estraibili per cinture ed accessori (collane, foulard); la cappelliera per non rovinare la forma dei copricapo; dei ripiani liberi per il cambio borse e i cambi di stagione.

Se si ha spazio, utile è predisporre una specchiera per scegliere l'outfit migliore già all'interno della cabina.


ILLUMINAZIONE

Infine, seppure come detto sopra non sono previsti requisiti aeroilluminanti, è opportuno dotare la propria cabina di una illuminazione a se stante rispetto al resto della camera.

La soluzione più semplice è predisporre dei faretti led.

Non solo e per forza nel controsoffitto.

Esistono faretti a parete, anche orientabili, perfettamente pensati per questo scopo.

Una soluzione certamente molto elegante sarebbe dotare le mensole ed i ripiani con faretti strip led.

355 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti