Cerca
  • APrenderingstudio

Quale infisso scegliere? Alluminio, PVC o legno?

Se state rinnovando casa sicuramente vi chiederete quale sia la migliore finestra adatta al caso vostro.

Alluminio? PVC? Legno?

Se un serramento di una tipologia costa di più significa che è il più adatto alle mie esigenze?

Occorre fare immediatamente chiarezza.



INFISSI IN ALLUMINIO




L’alluminio è un metallo, quindi un conduttore naturale; in altre parole fa passare l’aria fredda in inverno e quella calda in estate.

Da ciò ne deriva il rischio di formazione di condensa ed umidità, che se prolungata si trasformerà facilmente in muffa.


Fortunatamente è possibile acquistare serramenti in alluminio a taglio termico, volto a

migliorare le prestazioni i termini di isolamento termico.

Quest'ultimo consiste nel frapporre un materiale isolante tra il profilo interno e quello esterno.

Attenzione, però: affinché l’indice di trasmittanza termica del telaio in alluminio a taglio termico raggiunga i bassi livelli di quelli in PVC (intorno al 1,2 – 1,7 W/m2K), il materiale isolante deve essere piuttosto spesso.

Se al contrario la componente isolante è sottile, si otterranno prestazioni piuttosto scarse. Per questa ragione un buon prodotto con un taglio termico idoneo avrà un costo piuttosto elevato.


I vantaggi innegabili consistono, però, nella leggerezza del materiale; come è noto l’alluminio è infatti il materiale in assoluto più leggero di quelli presi in considerazione.


Non solo, gli infissi in alluminio si distinguono nella resistenza meccanica elevata, ovvero la capacità di un materiale di resistere sotto sforzo prima di rompersi. Esempi di prove di sforzo sono quelle di torsione, di trazione o di compressione del materiale, che vengono effettuate in fase di test, prima di immettere un prodotto in commercio.

Infine da considerare è la resistenza del materiale agli agenti esterni, come pioggia, vento e acqua. Per questo motivo gli infissi in alluminio non richiedono interventi di manutenzione al di fuori della comune pulizia.



INFISSI IN PVC




ll Pvc, tecnicamente noto come cloruro di polivinile, è un materiale termoplastico, opportunamente ricavato da materie prime prevalentemente naturali come cloro, idrogeno, carbonio in aggiunta a ulteriori additivi.


Il Pvc viene incluso fra i materiali ecologici e rispettosi dell’ambiente, nonché oggetto di svariati impieghi non soltanto edilizi.


Il Pvc è un materiale molto versatile che, opportunamente lavorato, assume molteplici caratteristiche in base all’uso a cui viene destinato. Il sempre più ricorrente impiego nella produzione di serramenti è legato a tutta una serie di vantaggi, sia per i produttori che per l’utente finale. Inoltre, in fase di lavorazione, rispetto all’alluminio o al legno, il Pvc ha il grande pregio di disperdere quantità irrisorie di polveri e di produrre basse emissioni per l’ambiente.


Il Pvc, a differenza dell’alluminio, non è un conduttore, e quindi garantisce ottime prestazioni in termini di isolamento termico senza nessun bisogno di ulteriori interventi. Tali infissi aiutano quindi a migliorare il risparmio energetico della tua casa.


È inoltre molto apprezzato per le sue proprietà acustiche, conferite dalla presenza di diverse camere d’aria sulla cornice e sulle ante che, insieme ai vetri per finestre, contribuiscono a ridurre i decibel dei rumori provenienti dall’esterno.


Similmente all’alluminio, le finestre in PVC non richiedono particolari interventi di manutenzione, resistono alle intemperie e hanno un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Per quanto riguarda invece i fenomeni della dilatazione e dello scolorimento provocati dai raggi solari, tutto dipende dalla qualità del materiale.


Di contro anche la scelta degli infissi in Pvc può comportare degli svantaggi che è bene tenere nella dovuta considerazione.


Può rappresentare un problema la lavorazione su dimensioni troppo ridotte: se abbiamo finestre di larghezza inferiore alla media mettere un profilo in pvc comprometterebbe la resa estetica, in quanto rimarrebbe una superficie vetrata ridotta rispetto alla vecchia finestra.


Parimenti la scelta del pvc può risultare problematica se avete infissi di dimensioni molto ampie: con i profili in pvc è sconsigliato fare delle ante a ribalta che vanno oltre i 250 cm in altezza e 110 cm in larghezza per battente. Per dimensioni superiori a quelle indicate è consigliabile usare profili in alluminio, non tanto per la solidità strutturale ma per la dilatazione, visto che il Pvc ha una dilatazione superiore rispetto all’alluminio e potrebbero esserci problemi di allineamento nelle chiusure o aperture dei serramenti.


Infine occorre tener presente che il pvc è un materiale economico, quindi, se inserito negli edifici storici o di pregio, potrebbe abbassare il valore dell’immobile.



INFISSI IN LEGNO




Gli infissi in legno sono un "must have" irrinunciabile per tantissime famiglie, soprattutto per chi desidera che la propria casa risulti un ambiente caldo e accogliente.

Innanzitutto è necessario capire quali siano i punti di forza degli infissi in legno.


L’elevata qualità estetica degli infissi in legno rappresenta il loro maggior vantaggio: spesso, le finestre vengono scelte di questo materiale proprio per adeguarsi allo stile architettonico del condominio, oppure semplicemente perché più belle da vedere. Bisogna però ricordare che negli ultimi anni sono state create soluzioni “doppie”, che permettono di avere un rivestimento esterno di un materiale e interno di un altro.


Contrariamente a quello che molti potrebbero pensare, il legno è un ottimo isolante termico e acustico: le finestre realizzate con questo materiale sono quindi sicuramente performanti, inoltre permettono di evitare dispersioni di calore come invece potrebbe avvenire con i modelli in alluminio.


Gli infissi in legno più moderni, essiccati in modo impeccabile, sono in grado di garantire una durata più lunga nel tempo, anche se non bisogna dimenticare di riservare loro una manutenzione costante.


Tuttavia anche gli infissi in legno presentano non trascurabili difetti.

Il legno è sicuramente un materiale più delicato rispetto sia al pvc che all'alluminio e proprio per questo motivo richiede una manutenzione ordinaria a cui non si può rinunciare.

Soprattutto se esposto direttamente ai raggi solari e agli agenti atmosferici, il legno rischia di scolorirsi e rovinarsi con il passare del tempo.


Inoltre, nonostante venga trattato in modo corretto, è opportuno effettuare una regolare manutenzione sverniciando e riverniciando gli infissi periodicamente.


Infine un elemento spesso di svantaggio nella scelta di un infisso in legno è il prezzo elevato, che rimane ancora oggi maggiore rispetto a quello degli infissi in alluminio e PVC.


Se siete amanti del legno, ma siete maggiormente indirizzati verso i pregi dell'alluminio, sappiate che è possibile mixare le due soluzioni.


Legno all’interno, per dare calore, eleganza e valore. Alluminio all’esterno, per la massima durata e la minima manutenzione. Il caldo legno incontra il freddo metallo, per un entusiasmante mix di qualità e praticità.

Un infisso in legno alluminio è una scelta di qualità, stile e durata


Come potete capire una scelta a priori a discapito di un'altra non è sempre una soluzione logica.

Caso per caso occorre valutare convenienza, resa e corretta installazione.

34 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti