Cerca
  • APrenderingstudio

Guida alla scelta del materasso

La scelta del materasso rappresenta un aspetto fondamentale della vita quotidiana.


Un buon materasso caratterizzerà la qualità del sonno e di conseguenza della vita.


Che viviate in una villa in campagna, piuttosto che in un monolocale in centro città non dovrete assolutamente sbagliare la scelta del materasso.


Esistono molte tipologie. Tuttavia sarebbe sbagliato considerare a priori un prodotto superiore o migliore degli altri.

Non chiedetevi se sia meglio un materasso in lattice o un materasso a molle, ad esempio.

Chiedetevi quale sia il materasso più idoneo alle vostre esigenze e caratteristiche.


In particolare occorre considerare la propria posizione preferita nel sonno, il proprio peso corporeo e l'ambiente circostante (temperatura, umidità etc).


Una considerazione preliminare tuttavia va fatta.

Il materasso deve sorreggere il peso corporeo e deve tutelare la naturale curvatura della spina dorsale.

In virtù di ciò, oltre ad una certa rigidità, un buon materasso deve avere determinate altezze.

Tendenzialmente un materasso a molle o ibrido (con molle e memory) dovrebbe avere un’altezza compresa fra i 22 ed i 30 cm.

Un materasso in lattice fra i 19 ed i 24 cm.

Un materasso in memory foam o schiuma ergonomica, fra i 18 ed i 24 cm.

Se il materasso è troppo sottile e troppo morbido si percepiranno la rete o le doghe del piano letto, con una pessima quantità e qualità del sonno.



PESO CORPOREO E POSIZIONE NEL SONNO


Posizione supina: se siete abituati a dormire con entrambe le spalle rivolte al materasso è opportuno indirizzarsi verso un prodotto più rigido che dia il giusto sostegno alla colonna vertebrale.


Sul fianco: se preferite una posizione laterale è preferibile optare per un materasso meno rigido, che avvolga confortevolmente la spalla.


Chiaramente il peso corporeo gioca un ruolo fondamentale.

Un peso maggiore necessità di un sostegno maggiore.

Un maggiore peso richiede maggiore rigidità.

Un soggetto esile, al contrario, avrà bisogno di un prodotto più flessibile, che lo faccia aderire al meglio.


Più problematica è la scelta qualora il medesimo materasso debba essere condiviso da persone di peso notevolmente diverso.

Invece di scegliere un materasso unico che rappresenti un compromesso tra le diverse esigenze, si possono prediligere due materassi singoli,che abbiano differenti gradi di rigidità.



TIPOLOGIE

Materasso a molle: è il materasso tradizionale, formato da migliaia di molle che garantiscono elasticità e solidità.

Tali molle permettono una migliore aerazione rendendo questi materassi più adatti a chi abbia una notevole sudorazione o viva in aree molto calde d'estate.

Sono spesso a molle “insacchettate”, inserite singolarmente in un sacchettino di tessuto, per evitare l'attrito tra le stesse.

Si adattano bene al peso del corpo e sono adatte anche ai soggetti più robusti.

In tali materassi si può aggiungere uno strato di memory in superficie per ottenere ulteriore comfort e dare al corpo più calore se si vive in un ambiente piuttosto freddo d'inverno.

Materasso a molle insacchettate.

Materasso a molle insacchettate con strato in memory.



Materasso in lattice: il lattice è una resina naturale ricavata dalla "pianta della gomma".

Il lattice naturale è senza dubbio la qualità più ricercata. Tuttavia può essere anche sintetico. Capita spesso di imbattersi in ottimi materassi che siano un giusto mix dei due prodotti.

Il materasso in lattice offre un sostegno abbastanza rigido, ma al contempo risulta essere molto flessibili adattandosi al contorno del corpo e distribuendo la pressione in modo uniforme.

Generalmente questi materassi sono piuttosto pesanti e inadatti a località con temperature estive particolarmente e elevate ed alta umidità.

Il lattice è il miglior materiale per i soggetti che soffrano di allergie respiratorie e asma.

Al contrario va evitato da chi abbia un'allergia specifica al lattice.

Materasso in lattice.


Materasso in memory foam: . il memory foam è un materiale molto flessibile, che permette una buona distribuzione del peso corporeo.

Si adatta facilmente ai contorni del corpo. Per tale ragione questa schiuma è ideale anche per le persone esili.

Occorre considerare che il materasso non è molto veloce a riadattarsi a continue e nuove posizioni nel sonno. Si adatta bene alla forma del corpo, ma non in modo rapido.

Nel memory foam la circolazione dell'aria è inferiore, quindi il calore del corpo tende a rimanere imprigionato nel materasso.

Tale materasso è maggiormente adatto a chi patisce il freddo e ai climi rigidi.

Al mattino è buona norma areare bene il letto per asciugare l'umidità.

Materasso in memory foam.



UN ULTIMO CONSIGLIO

Provare il materasso prima di acquistarlo.

Sdraiarsi provando le varie posizioni che si assumono più frequentemente nel sonno.

Appoggiati di spalle provare a far passare la mano tra la zona lombare e il materasso: se c'è troppo spazio significa che il materasso è troppo rigido rispetto alla vostra conformazione fisica.

Di contro se la mano non passa o passa con difficoltà, il materasso è troppo morbido e il corpo rischia negli anni di sprofondarvi eccessivamente.

10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti